Archivi tag: Londra

Una meritata pausa

Foto di Hossam el Hamalawy. Altri esempi dei grafitti che spuntano sui muri del Cairo su Flickr.

Il mood prevalente degli ultimi giorni è incertezza e confusione. Incertezza e confusione sul processo di transizione e sul ruolo dei militari. Proprio in questi giorni, si discute sulla “democraticità” del processo di creazione un documento che raccoglie i principi costituzionali. I Fratelli Musulmani criticano il ruolo dello SCAF nella preparazione di un documento costituzionale. Vedo anche un po’ di sfiducia tra i ragazzi egiziani con cui parlo, attivisti che appartengono all’area liberale, delle ONG. Insomma, SCAF dice che lascerà il potere ai civili, ma qui i dubbi permangono.

Detto ciò, questo blog sarà in vacanza da domani fino all’11 o 12 della prossima settimana. Le meritate vacanze di Eid al-Adha le passo a Luxor ed Aswan, lontano dal caos del Cairo. Peccato che l’Alto Egitto sarà invaso da tutti gli egiziani e gli expats che hanno avuto la stessa idea, meno quelli che vanno al Mar Rosso.

Qualche link:

–          Se non l’avete già letto, fate un giro su questo post e date un’occhiata per avere un’idea generale dello svolgimento delle elezioni.

–          Nuovo paper dell’IFES, il report più aggiornato sulle elezioni a questo punto.

–          Per conoscere i partiti politici c’è l’Egypt Electionnaire dell’ANHRI e MTC.

E se vi trovate a Londra, la London School of Economics and Social Sciences organizza una conferenza sulle rivolte arabe e proteste di massa. L’appuntamento è per lunedì 7 Novembre, ore 18.30.

Annunci

Il cinema ed il cambiamento nelle società musulmane: appuntamento a Londra

A volte sarei disposta a scambiare il clima mediterraneo e le giornate calde con la pioggia di Londra. Non per la birra ma per la scena culturale. La capitale britannica offre un panorama culturale paragonabile a quello di poche città europee: arte e musica, cinema e letteratura, underground e mainstream, inglese ed internazionale. L’ICA, Institute for Contemporary Arts, organizza la rassegna cinematografica Winds of Change dedicata al cinema dal mondo musulmano.

I film presentati provengono da molti paesi musulmani: Turchia, Siria, Iran, Senegal, Tunisia, Egitto, Territori Palestinesi. Il titolo della rassegna (Venti di cambiamento in italiano) lascia però capire che i riflettori saranno puntati soprattutto sulla primavera araba, che sarà infatti discussa da un panel opere di professori, giornalisti e direttori. E non mancheranno film che si intrecciano con gli avvenimenti politici, come The Green Wave (2010) dell’iraniano Ali Samadi Ahadi sulla rivoluzione verde di Teheran o The Long Night (2009) del siriano Hatem Ali, opera tutt’ora non disponibile in Siria poiché racconta la storia di quattro prigionieri politici che ritornano liberi.
Tra tutti i film, mi sembra molto interessante Microphone dell’egiziano Ahmad Abdala sulle subculture dei giovani di Alessandria.

Che dire, sembra che vi sia un po’ di interesse per il cinema dal mondo arabo e/o musulmano. Al Toronto International Film Festival è stato premiato dal pubblico il film Et maintenant on va où? (2011) della regista libanese Nadine Labaki, già abbastanza conosciuta per il precedente film Caramel (2007).

Quindi, residenti a Londra (temporanei o permanenti) segnatevi le date ed il luogo: dal 21 Settembre al 13 Ottobre, Institute for Contemporary Arts, The Mall, London. Noi invece aspettiamo i dvd.